Map it
Share our Website with your Friends in del.icio.usShare our Website with your Friends in digg.comShare our Website with your Friends in facebook.comShare our Website with your Friends in blinklist.comShare our Website with your Friends in technorati.comShare our Website with your Friends in stumbleupon.comShare our Website with your Friends in google.comShare our Website with your Friends in LinkedIn Send a friendAdd to favoritesPrint
Paleros - Aitoloakarnania 300 12 Greece.
Tel.: +30 26430 41110 -1, Fax: +30 26430 41441
E-mail::info@thalassaspahotel.gr
Prenotazioni on-line
Data
Mese
Anno
Notti
Camere
Adulti
Bambini
Con il Νuovo sito si può vedere con una sola ricerca più conveniente ed economica oltre 8 giorni prima e dopo la data desiderata del vostro soggiorno!
spa
tripAdvisor
Località
map

La storia Istoricha

È quasi impossibile dare un diagramma chiara l'attaccamento storico della zona geografica di Paleros comune, che si distingue nettamente dalla storia della regione di Acarnania, e questo, naturalmente, perché l'area geografica che si estende il nostro Comune , mai ottenuto prima l'indipendenza di una unità amministrativa o politica che consenta la creazione di un percorso autonomo. In particolare:

Nei tempi antichi la prevalenza del regime politico della città-stato consentito al comune corrente di istituire le città autonome, come ad esempio Paleros forte, più piccole Sollion Toryveia-e forse il Nirikos l'epoca classica. In altre parole, questa piccola area è mostrata divisa politicamente, come è stato per tutto il periodo della Grecia classica e di tutta Acarnania, che è geograficamente e razziale. La gamma delle città Akarnanika sono piene e là tra i collegamenti di natura giuridica o anche su questioni di politica estera. Ci sono legami solo morale ed emotivo, che porta alcuni di loro in una qualche forma di cooperazione, soprattutto per respingere una minaccia esterna comune. Ma ancora una volta prevalere il criterio è quello di tutelare gli interessi particolari di ogni città e non l'interesse comune di tutti Acarnanians, come emerso durante la guerra del Peloponneso, quando le aragoste, il Sollion il Oiniadai Anactorium e si unì alla coalizione del Peloponneso mentre tutti gli altri l'alleanza di Atene (GA Ioannidis. Akarnanias storia dai tempi più antichi fino al tempo di Cristo, Ch Ch, p. 91-92, Papazissis, p. 101-106) . In epoca tardo classica, vale a dire l'esempio 4 secolo, vi sono indicazioni che aveva fondato lo stato Akarnanika federale, "il Acarnanians comune, ma la cui consistenza è stato molto rilassato. Il pubblico si sta lentamente evolvendo nel 3 ° e 2 ° secolo, senza che ciò portare allo sviluppo di estinzione dei governi locali. Capitale fino al 250 aC circa la Stratos. L'attenzione si è spostata poi a ovest, vicino alla zona del nostro comune: dal 235 aC, quando ricostituito nel comune di Acarnanians, fino a quando nel 167 aC è la capitale dell'isola di Lefkada e nel 167 aC Thyrreion è la terza capitale del pubblico (GA Ioannidis, ibidem, p. 107-109). Durante il periodo ellenistico l'attenzione si è spostata nella storia greca. L'accento non è più solo Attica, il Peloponneso e in generale l'asse orientale della Grecia. I Greci occidentali, e con essa l'Acarnania, dinamicamente invadere il palcoscenico della storia. La nostra regione generalmente segue le sorti del totale Acarnania. Questo periodo è per Akarnania un'epoca turbolenta: occupata da Pirro nel 294 aC e liberato nel 272 aC Nella metà del 3 secolo, da qualche parte nel 250 aC, il Acarnanians ricevere l'attacco combinato di Etoli e re Alessandro di Epiro. L'area, che occupa il nostro Comune fa parte dei possedimenti ultimi Akarnanika-o completamente soggiogato sia fiscali-slave e rilasciato dopo la sua morte l'esempio di circa 245. Allo stesso tempo, probabilmente Alessandro tenui e Lefkada.

Prima che il continuo e raramente acceso la paura dei potenti e le minacce Etoli Acarnanians che erano ancora a piede libero (vale a dire, il non-Acarnania Stratos e Oiniades, sono stati occupati dalla Etoli circa 250 aC), costretti a cercare l'assistenza di Roma. La domanda non è stata accettata perché in quel momento Roma ha altre priorità in Italia. Saldamente radicata nella alleanza turbolenta metà del 3 ° secolo con i macedoni partecipare al Sellasia Acarnanians la battaglia del 222 aC, quando la coalizione filomakedonikos vincere la filospartiatiko corrispondente al di fuori di Sparta. I nemici ancestrali, gli Etoli, si alleò con il nemico: L'Acarnania sollievo per un po 'di incubo.

La cosiddetta "guerra degli Alleati (220-217 aC), in cui i due nuclei principali rivali sono in uno Macedonia e la Lega achea e l'altro Aitoliki la Confederazione, gli Etoli sconfitto e costretto ad accettare la la pace di Lepanto (217 aC), con cui il Acarnanians andare oltre la Etoli ciò che era andato perduto nel 250 aC, con l'eccezione di quella città il loro esercito.

Teleftontos secolo 3 ° e 2 incipiente, Roma intervenire più attivamente negli affari greco. Il Acarnanians, nonostante il campo filoromaikis emergere rimangono alleati stabili di Macedonia, che è il principale oppositore di aggressione romana. Nel 197 aC Flaminino il console romano occupò la capitale del Acarnanians comune, Lefkada, lasciata indifesa dai Acarnanians. La sconfitta del re di Macedonia, dai Romani nell'anno di "Canis teste, segna l'inizio della fine della dominazione romana in Grecia. Il Flaminino High scende trionfante a Corinto, ha dichiarato prima di tutti i Greci, la libertà e l'autonomia delle città greche e glorificare come liberatore dei Greci, incapace di discernere dietro le dichiarazioni pompose, l'obiettivo ultimo della diplomazia romana. Per quanto riguarda la nostra regione: la Acarnanians "comune di" non interessati a tutti. I Romani e ancor prima kataliftheisa Lefkada, con grande disappunto dei suoi alleati Etoli non lasciare loro, ma per tornare a Acarnanians. Distacco di Acarnanians, ma il dopo la battaglia di Pidna (168 aC), in cui il re di Macedonia perde dai Romani e la Macedonia definitivamente subordinato a loro''. Capitale della "Acarnanians comune" dal 167 aC è ora Thyrreio.

Dopo la sconfitta della Lega achea in Lefkopetra di Corinto nel 146 aC, tutta la Grecia era sotto il dominio di Roma. Il pubblico "di Acarnanians 'non è stato sciolto subito, ma non so per quanto tempo ancora sopravvissuto. Alla fine, però Acarnania allegata alla provincia romana di Macedonia. Dopo la battaglia di Azio nel 31 aC, la città devastata akarnanikes. In particolare il confine, entro il quale il Paleros, vedere i residenti a migrare verso il obbligatoria Nicopoli, che fondò il vincitore di Azio Ottaviano. Strabone parla di ".. il Acarnanians Etoli e desolazione. La fondazione di mezzi Nicopoli e la rimozione standard del pubblico di Acarnanians. Nostra regione, come in tutta la Grecia, si sta dirigendo nella costellazione kosmokrateiras Roma. La Grecia è divisa in due province romane: Macedonia (Grecia settentrionale) e Achaia (Grecia meridionale). Nostra regione, insieme a tutti Acarnania, cade in Achaia (Ferentinos G., ibid. V. B, p. 12).

Al AD 3 secolo, la nostra regione e in tutto il Acarnania insieme con l'Epiro, Cefalonia, Lefkada, Itaca, Zante e Corfù sono una provincia speciale, il "vecchio continente". Posizione della provincia è Nicopoli. Questo cambiamento amministrativo durerà per secoli. E in epoca bizantina, quando mostrato le nuove istituzioni amministrative di "questioni", il "Vecchio Continente", con gli accordi di confine poche, sarà il tema "di Nicopoli. La testimonianza, vale a dire "Synekdimon" di spettacolo Ierokleous che nel corso del 5 ° secolo vi akarnanikes città, probabilmente a causa delle devastanti invasioni dei Goti e dei Vandali. In particolare le zone costiere hanno subito i danni maggiori. La stessa area è in epoca tardo bizantina la parte principale del despota d'Epiro. Il prossimo anno-su-il 15 Acarnania, e la nostra zona, naturalmente, va alla sovranità e sovrano parte occidentale del territorio di Tocchi.

Poi viene l'avanzata ottomana: Nel 1460 l'intera Acarnania conquistata dai Turchi, tranne Vonitsa. Da allora e fino alla rivoluzione del 1821, la nostra regione è sotto il dominio ottomano. Inizialmente, dopo il 1460, fa parte del Karleli sangiaccato-vale a dire l'area che in precedenza apparteneva alla Tocco, con capitale Aggelokastro. Poco dopo, in particolare dopo la conquista da parte degli ottomani di Lefkada e Vonitsa nel 1479, divenne parte del sangiaccato di Santa Maura, che includeva la Lefkada e Vonitsa "comprendente tutti in questo piccolo villaggio. Naturalmente, Lefkada e Vonitsa dopo il 1684 sono stati occupati da Venezia, ma la nostra regione ha continuato a rimanere sotto il giogo ottomano. All'inizio del secolo 19, la zona costiera del nostro comune, che si trova di fronte a Lefkada, vale a dire la collina e Peratia s mirati da Ali Pasha, che avrebbe lanciato l'inefficace in ultima analisi, impresa di Lefkada nel 1807. Residui di questo periodo sono due castelli, costruito dal famoso visir: San Giorgio, sul fianco della collina e il castello di Tekes in Peratia.

Il nostro sito dopo 21 entrò a far parte dello stato greco. NW di 3 / 15 aprile 1833 sono stati collocati in Akarnanias Provincia, che sono stati Valtos ex province, Xiromeroy e Vonitsa. Nel nord-ovest. 19 Giugno / Luglio 1, 1836 la sede della città Paleros, che comprende gli insediamenti seguenti: Zaverda, corsivo, Peratia, Kechropoula, figlio Elias, Pogoni. Posizione del Zaverda. In NW , 27 novembre. / Dicembre 9, 1840 Paleros la città si è fusa con il Palazzo di Città, che ha istituito Vonitsa.

Con profondi tagli, con Eleftherios Venizelos nel 1912 e il sistema amministrativo del paese è cambiato: da 'sistema primario' siamo andati alla "Comunità", che "costituisce l'essenza di sé vera-government", come ha proclamato l'elezione delle proposte. Il nuovo sistema è stato istituito con la legge DNZ 14 febbraio 1912 (Gazzetta 58/Tefchos A). Questo, nella nostra regione significa che ogni villaggio è ormai una comunità separata.

Nel 1994 la città di Cecrope fondata da fusione volontaria dei comuni e delle Paleros Pogoni, ai sensi della legge 1416/1986.

Dal 1998, la legge 2539/1997, che è noto come "Capodistrias, fondò l'espansione della città di Cecrope, che si basa in Palero (che riprende gli abitanti delle vittime del terremoto villaggio Sklavaina) e distretti municipali a insediamenti la pendenza della Peratia (Peratia per includere l'insediamento di Santa Barbara), la Pogoni (Pogoni per includere l'insediamento dello Stretto) e Vatos. La città recentemente rinominata City Paleros.

Villaggi di oggi è conosciuto della vecchia:

Oggi il nostro Paleros primario conosciuto come Zaverda almeno dal 1361 dC, quando assistito per la prima volta l'esistenza di un toro serbo d'oro dell'anno. Il 12.3.1928 (Gazzetta Ufficiale 81/1928) il Zaverda rinominato Palero. Il Peratia siamo anche nota almeno dal 1361 dC, quando vi sono prove del toro stesso. La pendenza sappiamo almeno dal 1692, quando assistito ad un atto di Notaras Agia Mavra Tzermpani, che porta la data 30 maggio 1692. Nello stesso documento di cui al Pogoni e Sklavaina. Gli abitati di S. Elia e Kechropoulas, che esistevano nella città del 1836, non esistono più.